Macchine fotografiche digitali con display antiriflesso e antigraffio: modelli e prezzo

Il ruolo del display della nostra fidata macchina fotografica, è spesso trascurato. Sicuramente non sempre viene considerato un parametro di valutazione principale quando decidiamo di acquistare una fotocamera nuova. Eppure il display, se scelto con attenzione, può darci molte soddisfazioni e agevolarci in alcune situazioni. Anche in questo caso, troviamo display di ogni tipo e genere: quello reclinabile, resistente, antiriflesso ecc.

Il Display: Pro e contro

Quando dobbiamo scattare una foto, la nostra macchina fotografica utilizza diversi modi di acquisizione immagine: il mirino ottico, mirino elettronico e appunto il nostro display. Ma ci concentreremo solo sul display, per capirne meglio i pro e i contro. Il display LCD è un monitor di piccole dimensioni posto sul dorso della fotocamera. Le misure si esprimono in pollici, e solitamente la grandezza di questi schermi è da 1.5″ a 3″. Ma come funziona esattamente il nostro display? Qui di sotto elenchiamo le sue funzioni principali:

  • Poter avere l’anteprima dell’immagine che si sta per scattare, grazie alla modalità Live View integrata nelle reflex e compatte
  • Rivedere la foto appena acquisita per poter avere un’idea di ciò che si è scattato e quindi evitare brutte sorprese dopo
  • Riguardare in sequenza tutte le foto scattate per poter cancellare quelle che non piacciano e fare così facilmente spazio e liberare eventualmente la memoria. Potrai sfogliarle una per una oppure gruppi di miniature
  • Possibilità di ingrandire le immagini e quindi farci un’idea migliore della foto, potendo controllare perfettamente se la messa a fuoco è corretta
  • Selezione delle immagini da stampare, nel caso la si volesse collegare velocemente ad una stampante.

Come avrete notato, è molto comodo poter utilizzare il display per svariati motivi, ma purtroppo ha qualche contro che è meglio conoscere:

  • Consuma batteria velocemente! Eh si, purtroppo tenere il display acceso, è molto dispendioso per la batteria, quindi magari accertiamoci di avere dietro delle batterie di ricambio oppure limitiamone l’uso.
  • Se c’è sole, è difficile poter consultare lo schermo e quindi avremo scarsa visibilità (non tutti i modelli come vedremo in seguito)
  • I movimenti riprodotti nello schermo, risultano più lenti
  • Spesso si è costretti a tenere le braccia in una posizione scomoda, quindi potrebbero esserci problemi di stabilità

Quando è meglio usare il display allora?

È vero che è consigliabile non tenere troppo acceso il display e risparmiare batteria, ma ci sono alcune situazioni e alcuni generi fotografici, che ne richiedono l’uso prolungato:

  • Quando vogliamo scattare delle fotografie macro per esempio: l’ideale è appunto comporre la foto attraverso il display, perché possiamo vederla esattamente tale e quale a come sarà scattata, con la facilità di poter regolare il fuoco e scegliere l’inquadratura più soddisfacente

  • Ci sono casi in cui siamo ostacolati dalla confusione o ci si para davanti un qualsiasi ostacolo che impedisce la visibilità, e allora fa comodo guardare dal display senza avere la fotocamera davanti agli occhi
  • Schermo regolabile che agevola quando si scatta in situazioni scomode; da sdraiati per esempio

Fotocamere “Rugged”

Abbiamo parlato a grandi linee del display LCD, soprattutto Pro e Contro, ma quando cerchiamo un prodotto resistente, quali modelli dobbiamo prendere in considerazione? Il termine “Rugged” potrebbe essere la soluzione che stai cercando. Rugged, dall’inglese “duro”, “forte”, “resistente”, si riferisce a quei dispositivi capaci di operare e resistere a qualsiasi condizione impervia. Ai tempi fu una novità molto apprezzata dal mercato fotografico: la capacità di poter resistere agli urti da una certa altezza, schermo antiriflesso e luminoso per le situazioni di poca visibilità, impermeabilità e possibilità di immergersi per qualche metro di profondità.

Questi modelli sono veramente ottimi e duraturi, oltre ad essere molto comodi e pratici da trasportare, per le loro misure “compatte”. Per quanto riguarda le altre categorie di macchine fotografiche, non esistono resistenze integrate, ma tra gli accessori per migliorare la resistenza del proprio display, è possibile acquistare vetri particolarmente robusti, pellicole e protezioni varie che aumentano la resistenza agli urti, evitano i graffi e rendono il vostro display antiriflesso.

Quali modelli acquistare?

Solitamente queste macchine fotografiche sono delle compatte, ma nonostante ciò possiedono delle funzionalità molto avanzate e specifiche tecniche davvero niente male. Alcuni modelli possiedono buoni megapixel, possibilità di registrare video in full hd o 4k, Wi-Fi, GPS, altimetro, bussola, barometro, display piuttosto grande e zoom ottico molto versatile.

Tra i nomi più importanti e conosciuti, figurano Olympus, Panasonic, Fujifilm, Ricoh e Nikon che tra l’altro ha prodotto la prima mirrorless rugged, con possibilità di sostituire le ottiche mantenendo anche delle prestazioni altissime. Le fasce di prezzo sono ormai molto versatili, trovate svariati modelli alla portata di tutti i budget, anche più comode e tascabili, con possibilità di poterle portare ovunque con voi, senza avere la preoccupazione di romperle. Ideali per sport estremi, passeggiate in montagna, tuffi e immersioni subacquee.

Come fasce di prezzo, partiamo dalle più economiche che si aggirano sui 100 euro o poco più. Modelli più discreti, solitamente molto più piccoli, si fanno comunque valere in fatto di resistenza. Con 200-300 euro troviamo già degli ottimi modelli prestanti, che riescono ad essere sia molto performanti che super resistenti. Se poi aspiriamo al meglio, sia per quanto riguarda specifiche tecniche che resistenza, i migliori modelli si aggirano dalle 400 alle 600 euro.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
menu
macchinedigitalieaccessori.it